Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Uccidete il comandante bianco

Giampaolo Pansa

Bur

un mistero nella resistenza

La storia narrata in questo libro è anche un racconto della giovinezza vissuta dalla generazione che si trovò immersa nel macello della seconda guerra mondiale. Il comandante bianco era uno di loro: Aldo Gastaldi, nome di battaglia “Bisagno”, classe 1921, fu uno dei comandanti partigiani più ammirati e famosi della resistenza ligure. Cattolico fervente, salì in montagna dopo l’8 settembre 1943 e divenne comandante della Cichero, una delle divisioni partigiane più forti della Liguria, inquadrata nelle formazioni Garibaldi, in cui la presenza del partito comunista era fortissima. Il 21 maggio 1945 Gastaldi perse la vita in un incidente automobilistico che sin dall’inizio sollevò numerose perplessità. In questo libro Pansa ricostruisce la vicenda facendo ricorso a una pluralità di fonti e all’invenzione narrativa, per affermare che fu proprio la fede cattolica del Gastaldi, che lo rendeva troppo vicino alla democrazia cristiana, a renderlo inviso ai partigiani comunisti che, alla fine della guerra, architettarono l’incidente automobilistico in cui perse la vita.

Libri Correlati

vedi tutti