Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Tredici modi di guardare

Colum McCann

Bur

In un freddo giorno di gennaio, J. Mendelssohn si sveglia nel suo appartamento dell’East Side di Manhattan. Mentre aspetta che il riscaldamento entri in funzione, ripercorre la sua vita: dall’infanzia al suo lavoro come giudice della Corte Suprema, fino al ricordo dell’amata moglie defunta. Qualche ora dopo esce di casa per andare a pranzo con il figlio, in una New York bloccata dalla neve. Tredici modi di guardare, il racconto che dà il titolo a questa raccolta, gioca con i ricordi, in un flusso di coscienza che si contrappone al pragmatismo necessario per risolvere un delitto. In Che ore sono adesso lì da te? una soldatessa di stanza in Afghanistan telefona a casa la notte di Capodanno. In Sh’khol una madre è costretta ad affrontare l’indicibile quando suo figlio scompare in mare durante una nuotata. Infine, in Trattato, un’anziana suora sudamericana riconosce una sera in tv l’uomo che decenni prima l’aveva torturata, e che ora fa il politico. Quattro racconti in cui è distillato tutto il talento di McCann, qui più che mai abile nell’immaginare spazi immensi anche negli angoli più angusti delle nostre vite.

Libri Correlati

vedi tutti