Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il rompiscatole

Giampaolo Pansa

Bur
Copertina di: Il rompiscatole

L’Italia raccontata da un ragazzo del ’35

Ho sempre voluto scrivere. Alla fine della scuola media mio padre Ernesto mi regalò una macchina Underwood di seconda mano, dicendo: ‘Vedi un po’ se la sai usare’. Mia madre Giovanna mi mandò a una scuola di dattilografia. Ho cominciato a scrivere nell’estate del 1948 e da allora non ho più smesso.” Pansa non ha più smesso. Dai tasti alla tastiera, negli anni sono passate lettere d’amore, articoli, libri. Superati gli ottanta, crede d’aver visto tutto: i partigiani trascinati alla fucilazione, i fascisti esposti in gabbie di legno. I clamori dell’Italia giovane, dalla guerra civile agli anni di piombo, e le risposte di una politica distratta, che ha raccontato come una vedetta. E oggi cerca se stesso nel grande passato, attraverso la rivendicazione di una discendenza che è anche identità. Dopo una vita trascorsa a raccontare l’Italia, il grande giornalista si muove tra ricordi personali ed eventi cardine del Paese, e ci esorta a vivere al presente, sempre nella consapevolezza del passato: “Ho avuto spesso paura, ma in fondo ho vissuto e mi sono persino divertito. Spero che Il rompiscatole diverta anche quanti lo leggeranno”.

Libri Correlati

vedi tutti