Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Cratilo

Platone

Bur
Copertina di: Cratilo

Si può attingere col linguaggio all’intima essenza delle cose? Questo è il tema del Cratilo, uno dei dialoghi più brillanti di Platone, denso di spunti e problematiche ancora attuali e dibattuti. Ermogene e Cratilo, un discepolo di Eraclito, discutono sulla natura dei nomi: mentre il primo sostiene che siano una semplice convenzione, Cratilo è convinto che corrispondano alla natura delle cose che designano, e siano quindi l’unico mezzo per arrivare alla conoscenza delle cose stesse. Socrate, dopo essersi scatenato in una brillante performance etimologica, non dà ragione né all’uno né all’altro: un effettivo rapporto tra le parole e le cose non si può negare né dimostrare. E il dibattito rimane tutt’oggi aperto. Del Cratilo BUR propone la storica ma sempre valida traduzione di Emidio Martini, uno dei più noti grecisti italiani. L’introduzione di Caterina Licciardi esamina in dettaglio le argomentazioni proposte dagli interlocutori.

Libri Correlati

vedi tutti